International Symposium on surgical technique for snoring and OSAHS: 2013. Up to date in new techniques and technologies

I disturbi del sonno ed in particolare i disturbi respiratori in sonno (simple snoring, UARS, OSAS) hanno un rilevante impatto nella vita delle persone e gli effetti cumulativi della perdita di sonno e dell’ipossia intermittente rappresentano un problema insufficientemente trattato più che misconosciuto.
Nell’uomo determinano ipertensione, diabete, obesità, depressione, attacchi cardiaci e ictus; inoltre, quasi il 20% di tutte le lesioni gravi da incidenti d’auto nella popolazione generale sono associate a sonnolenza del conducente.
E sono tutte circostanze complessivamente molto costose.
Una ricerca epidemiologica sviluppata come Fondazione per la Ricerca e la Cura dei Disturbi del Sonno, conferma tali dati, in particolare sulla vigilanza: dopo 24 ore di veglia continua (o dopo una notte di sonno compromesso da apnee notturne di grado severo) le prestazioni intellettuali sono così deteriorate da poter essere assimilate agli effetti di 0,10 % BAC (Blood Alcohol Content – 1 litro di vino a digiuno).
Continue reading

XXII CONGRESSO NAZIONALE AIMS

XXII CONGRESSO NAZIONALE AIMS
associazione italiana di medicina del sonno

Parma, 21/24 ottobre 2012 – Centro Congressi Camera di Commercio

Il Prof. Francesco Peverini propone il “MANIFESTO PER UN SONNO SOSTENIBILE”

Parma, 22 ott. 12
Un “manifesto per un sonno sostenibile”, rivolto prima di tutto alle istituzioni e alle pubbliche amministrazioni, quindi ai medici di base e alle categorie professionali interessate: lo ha proposto il prof. Francesco Peverini, direttore scientifico della Fondazione per la Ricerca e la Cura dei Disturbi del Sonno – Onlus, di Roma, nel suo intervento al “XXII Congresso Nazionale AIMS – Associazione Italiana Medicina del Sonno”, in corso a Parma.

Continue reading

AZIONI PER LA SICUREZZA STRADALE VEICOLO – STRADA – UOMO

21 Giugno 2012
Centro Congressi Mercedes-Benz Italia S.p.A.
Via Giulio Vincenzo Bona, 110 – Roma

L’incontro si propone di affrontare quegli aspetti che costituiscono le basi per creare le condizioni di sicurezza stradale per l’incolumità degli automobilisti e delle utenze “deboli” della strada: dall’efficienza dei veicoli e l’innovazione tecnologica, alle prestazioni dell’infrastruttura, al comportamento alla guida.

Saranno illustrate inoltre le azioni specifiche del programma triennale per la sicurezza di Roma Capitale.

Altro grande tema di interesse per un futuro programma di ricerca riguarderà l’interazione tra tecnica e medicina, per la sensibilizzazione alla consapevolezza dei rischi e la promozione di comportamenti adeguati.

Brochure dell’evento

99° Congresso Nazionale SIO

Bari 23 – 26 Maggio 2012

Il 26 maggio 2012 il Prof. Francesco Peverini ha partecipato al 99° Congresso Nazionale della Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale, come relatore alla Tavola Rotonda Istituzionale Roncopatia, OSAS e malattie metaboliche, organizzata e moderata dal Prof. Domenico Passali coadiuvato dal Prof. Patrizio Tatti e dal Prof. Michele Di Benedetto.

Correlatori sono stati il Prof. Patrizio Tatti ed il Dott. Domenico Toraldo.

Il Prof. Francesco Peverini ha svolto una relazione dal titolo “L’esame Polisonnografico”.
Lo Studio Polisonnografico è infatti l’esame diagnostico Gold Standard nei Disturbi del Sonno, in particolare nell’ OSAS e consente di identificare con certezza l’esistenza e l’entità delle Apnee Notturne rilevando le modificazioni neurofisiologiche e cardiovascolari caratteristiche di questa patologia.
Linee guida ben definite sia a livello Nazionale (Associazione Italiana Medicina del Sonno) che Internazionale (American Academy Sleep Medicine), precisano le modalità delle procedure diagnostiche in questione.
Particolare attenzione è stata attribuita al ruolo dello Specialista ORL nella possibile gestione dell’esame Polisonnografico e nell’ auspicato management di una Equipe Multidisciplinare per i Disturbi Respiratori in Sonno, obiettivo peraltro del più ampio Progetto EOSDRS.

Relazione del Prof. Dott. Francesco Peverini